venerdì 15 maggio 2009

L'angolo della poppata alla fiera del libro

Il leone verde Edizioni insieme a Bambino Naturale.it hanno creato, alla fiera di Torino, uno spazio utile: l’angolo della poppata. Ieri, appena entrata nel Salone, ho visto le indicazioni per questa bella iniziativa, e ovviamente sono subito entrata a curiosare. E’ un luogo per allattare e cambiare il bebé. Si possono inoltre consultare numerosi libri su mamme e bambini, intanto che ci si riposa e si beve una tisana. Un’oasi tranquilla nell’inevitabile caos di una fiera, che fa la differenza nel decidere se andare o meno a fare un giro in mezzo ai libri con pargolo/i a seguito.

9 commenti:

  1. meno male! speriamo che poco alla volta avremo anche noi i bagni per famiglie, spazi adattie ambienti family friendly ovunque. è un segno di civiltà

    RispondiElimina
  2. Quando Marco era piccolo ed ero in giro con la carrozzina, mi capitava di fermarmi alla Prenatal. Avevano allestito lo spazio per consentire alle mamme di allattare in tranquillità e cambiare i bambini, il servizio non comportava acquisti (che poi per dirla tutta gli abiti alla prenatal sono un po' costosi ma durano nel tempo!)

    Un'ottima idea quella della fiera del libro!

    RispondiElimina
  3. Ottima idea, dovrebbe diventare la normalità in tutti gli spazi piu' o meno pubblici.

    RispondiElimina
  4. e' un piacere leggere che in contrapposizione a tanti racconti negativi di posti in cui non accettano l'allattamento "a vista" in pubblico ci siano persone intelligenti che creano dei luoghi a misura di bimbo... addirittura la tisana... grandiosi.

    RispondiElimina
  5. Sicuro che ci vado! Anche se ormai noi mamme "garibaldine" italiane (ovvero quelle che non si chiudono in casa all'idea di non trovare un fasciatoio) abbiamo cambiato i figli in talmente tanti posti che ormai non sentiamo neanche più la necessità di un fasciatoio...

    RispondiElimina
  6. ogni tanto una bella notizia.

    RispondiElimina
  7. che bella idea!
    leggo dappertutto resoconti sulla fiera... quanta invidia!!!
    l'anno prossimo ci ritorno! (forse non allatterò già più ma ci vado con giacomo a fargli annusare un po' di polvere libresca!!!)

    RispondiElimina
  8. Anche se in netto ritardo leggo anche io questo post!Una cosa che mi colpì molto quando andai per la prima volta all'ikea di Afragola (è quella + vicina a dove vivo io!) sono state proprio queste aree e i bagni per famiglia. Mi sono sentita come "a casa" :O)

    RispondiElimina