martedì 2 febbraio 2010

Maternità e imprevisti

Ogni tanto vado a scrivere anche a casa altrui. Oggi sono da genitoricrescono, che ringrazio per l'ospitalità, e per chi desidera leggerlo, l'articolo si trova qui.

10 commenti:

  1. Grazie, Marilde, per aver accettato la nostra ospitalità

    RispondiElimina
  2. l' articolo è molto bello. semplice, scorrevole ma intenso. mamma, com' è intenso!
    credo nelle tue parole, marilde.
    credo che mio figlio rivolgerà sempre uno sguardo a sua madre.
    lo spero con tutte le mie forze.
    oggi è una giornata no e leggere le tue parole mi ha dato una speranza.
    non so su quale base perchè non posso dire ora quando come dove andrà mio figlio.
    ma mi hai dato una speranza.

    paola

    RispondiElimina
  3. bell'articolo...io vivo con una mamma che ha faticato a farmi posare lo sguardo altrove e quindi io spero di essere forte come te e di riuscire a crescere figli che sono lì, ma soprattutto saranno là...dove li porta la vita!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Marilde per queste righe...
    Fiammetta

    RispondiElimina
  5. Maternità e "imprevisti":

    Marilde Cara, oggi pensavo a te. Anche tu quando sei diventata mamma non riuscivi ad avere l'energia per lavorare? io, dopo la quarta notte di pessime dormite, oggi mi sono sentita proprio morire. Ero distrutta, e facevo fatica a tenre il filo del discorso. Cavoli.

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte voi.
    @ondaluna:la carenza di sonno è un problema per tutti. Altro che lavorare, quando si è così stanchi ci si trascina e basta. Penso che il sonno interrotto sia una delle prime cause della fatica dei primi mesi di maternità

    RispondiElimina
  7. A me sembra di sentire la stanchezza peggiore proprio adesso che mi ritrovo ad aggiungere altro senza togliere niente di quel che facevo prima...

    RispondiElimina
  8. è un bell'articolo, già letto di là, e ogni volta che ti leggo mi riesce impossibile non pensare a me tra qualche anno...

    RispondiElimina
  9. @Ondaluna: l'effetto accumulo eh!
    @walewanda: ancora un po' di pazienza per te, e poi sarà tutta discesa, vedrai!

    RispondiElimina