domenica 25 ottobre 2009

Uno o due?

Ricevo da Diana un premio, la ringrazio, e visto che anche lei è madre di due gemelli ne approfitto per raccontare un aneddoto che mi riguarda. In rete, si trovano parecchi post nei quali sono ampiamente narrati tutti i luoghi comuni e le frasi che in quanto genitori di gemelli bisogna “sopportare”. Li confermo tutti. C’è nella gemellarità qualcosa che attiva indiscutibilmente alcune domande. Ma prima di ascoltarle c’è il passaggio in cui si scopre di essere incinta non di uno, ma di due bambini. Dunque ero incinta di tre mesi, andai dal ginecologo per i soliti controlli ed esordii dicendo: “Secondo me i bambini sono due, la gravidanza è diversa dall’altra, sono già ingrossata parecchio, mi sento stranissima, mia nonna materna ha avuto due gemelli e l’ereditarietà incide, e credo anche che siano due maschi”. Lui mi guardò affettuosamente (si sa, le madri giovani a volte si fanno strane fantasie), poi mi visitò e disse: “Ma no, è ingrossata di più perché l’altra gravidanza è recente, qui di bambini ce n’è solo uno, comunque facciamo un’ecografia di controllo per tranquillità”. Durante la settimana successiva, decisi che se lo aveva detto lui - peraltro ottimo ginecologo - che bambino ce n’era solo (?!) uno, non avevo motivo di dubitare, perseveravo tuttavia sull’idea che fosse maschio. Arrivò il giorno dell’ecografia, e io con la pancia ulteriormente e abbondantemente lievitata salutai il ginecologo che mi osservò e se ne stette in pensoso silenzio. Spalmò il gel, e
“Sa che le dico, signora, aveva ragione lei!”.
“ E’ un maschio”.
“No, sono due”.
(Ci sono casi nei quali avere ragione risulta essere…impegnativo).

13 commenti:

  1. alla faccia dell'impegnativo! ;-)

    RispondiElimina
  2. Avevo scritto un post lunghissimo ma non l ha salvato!!! Argh!!!
    Non sapevo tu fossi mamma gemellare!!! Rileggerò tuo libro con questo un mente e sono certa avrà un altro sapore.
    Io ho saputo che eran due all ottava settimana ed ho riso, ho riso tanto!!!!

    RispondiElimina
  3. @TuttoDoppio: che bell'eufemismo eh!
    @Diana: sai che ho avuto la stessa reazione? e i commenti in questo periodo...volano.

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la parentesi finale...
    e complimenti a tutte le mamme di gemelli, vi ammiro, non so come riusciate a superare i primi mesi....

    RispondiElimina
  5. @Renata:credo dipenda molto dal livello di aiuto che c'è intorno alla famiglia. Per quanto mi riguarda, il mio libro credo sia stato abbastanza...esplicito.

    RispondiElimina
  6. quando si dice il sesto senso di una madre :)

    RispondiElimina
  7. terza volta che provo a lasciare un commento....
    ma scusa nn aveva sentito i due battiti???? cmq credo che con due sia da pazzi: mia zia che aveva avuto due gemelli diceva: nn è una maledizione ma nn glieli auguro a nessuno!

    RispondiElimina
  8. @emily: sta cosa dei commenti comincia ad essere fastidiosa... ma sarò solo io ad avere sto problema? (simpatica la zia, ed efficace!).

    RispondiElimina
  9. Bello aver ragione. Io ho un'altra storia che solo adesso riesco a parlarne serenamente, quindi te la racconto per questo, non per rattristare.

    Ecografia della seconda grvidanza, in tre a guardare (il terzo era piccolo e giocava, ma c'era).

    "Qui c'è il primo, ecco il cuore che batte...(primo?!) e qui il secondo (silenzio). No purtroppo ha smesso di crescere alla nona settimana".

    Per dire, sti ecografi riescono sempre a sorprenderti con effetti speciali. (e secondo me è stato il regalo del cielo, con due gemelli in quel periodo, con quello che è stato averne solo uno grande e uno piccolo per i primi tre anni, io non lo so come finiva. Ci si consola come si può, ma adesso a parte i soldi, due gemelli penso che ce la farei tranquillamente.)

    RispondiElimina
  10. @Mammamsterdam:é vero, ci si consola come si può. La natura ha i suoi percorsi e ci tocca impararlo, qualcuno prima altri dopo, ma nessuno ne è immune. Nel mio caso il ginecologo si era pronunciato dopo la visita, ma prima dell'ecografia. Tieni conto che ciò che ho scritto risale a 26 anni fa. Le ecografie esistevano non da molto, e si facevano molto meno di oggi.

    RispondiElimina
  11. Marilde, io sarei svenuta. Per me è stato già traumatizzante averne uno alla volta di figli. Due, non so nemmeno come avrei reagito. Sei stata molto coraggiosa :D

    RispondiElimina
  12. @Martina: io me lo sentivo, e anche se il ginecologo aveva detto che non era, da qualche parte dentro di me lo sapevo. Credo questo mi abbia aiutata...

    RispondiElimina
  13. per me era uno spauracchio, anche a casa mia c'è famiiarità. il fatto è che queste cose si imparano facendole, ma uando le hai imparate il tempo è passato...
    non inutilmente però, credo che buona parte dell'energia che ho adesso dipenda dalla consapevolezza di essere in grado di fare cose che non avrei mai sospettato

    RispondiElimina